Un mondo incontaminato e pieno di luce

La ripresa dei lavori in Consiglio come consuetudine è avvenuta con un Concerto pubblico dei musicisti del Conservatorio Frescobaldi nell’aula Consiliare. Quest’anno i giovani musicisti ed i loro professori erano in sessanta! Spettacolo davvero bellissimo ed emozionante anche perchè preceduto dal ricordo che Tiziano Tagliani ha fatto in aula al papà di Dario, parole che sono entrate diritte nel cuore anche perchè era presente lo stesso Dario ad ascoltarle. Mentre mi gustavo lo spettacolo, guardando attentamente i musicisti, soprattutto i più giovani, ho pensato che chi ha questo dono artistico è una persona veramente fortunata. La simbiosi dell’artista col suo strumento e la passione che lascia trasparire nel suonarlo e nel viverlo deve essere qualcosa che ti riempe veramente la vita. Credo che sia un mondo particolare in grado di sprigionare una serenità probabilmente unica. Un mondo che dall’esterno pare incontaminato e pieno di una luce in grado di abbagliare gli occhi di una persona normale come me.

Brutta prestazione, mesta domenica

ZINELLA BOLOGNA – CARIFE 4 TORRI FERRARA 3 – 0 25/20 25/19 25/21

Molezzi 4, Tosi, Agosti, Vaccari 8, Zambelli 1, Zanotto 1, Baraldi 1, Bergantino 11, Fratucelli 12, Smanio 2, De Rosas, Poli libero

Terza stecca stagionale per la Carife che dopo Firenze e Pisa si smarrisce nuovamente al cospetto di un buon Bologna che ha saputo approfittare nel migliore dei modi della brutta serata dei ferraresi. In chiave campionato tutto da rifare quindi con il gruppone che ambisce ai play off ricompattato con il solo Jumboffice Firenze che sembra avere innestato una buona marcia in questa fase del torneo. Continua a leggere Brutta prestazione, mesta domenica

Chi ben comincia….

CARIFE 4 TORRI FERRARA – CTC MIGLIARINO PISA  3 – 0  25/20 28/26 25/12

Molezzi 4, Pampolini 1, Agosti 7, Vaccari 5, Zambelli 4, Zanotto 11, Baraldi 5, Bergantino 2, Fratucelli 10, Smanio 5, De Rosas 4, Poli libero

Con il Cus Pisa ai box e la Carife contro il fanalino di coda era certamente intuibile che l’undicesima giornata fosse favorevole ai colori granata ma sicuramente non sino a questo punto. Le sconfitte inaspettate dell’Arno Pisa, dell’Orvieto e del Camaiore hanno lanciato la Carife in una dimensione di classifica che aumenta sensibilmente le ambizioni estensi. L’incognita della ripresa dopo la pausa c’era comunque tutta per Zambelli ed i suoi ragazzi in quanto, nonostante la bella prova di coppa col Sassuolo, troppi contrattempi avevano affievolito le forze dei padroni di casa. Continua a leggere Chi ben comincia….

Una brusca virata…

Mi alzo al mattino e mentre faccio colazione mi guardo un po’ di rai news, quando non vado al lavoro seguo Omnibus La7, quando sono a casa la sera non mi perdo le trasmissioni in cui si discute del futuro del nostro paese ed i TG che reputo degni di essere ascoltati. Da un po’ di tempo a questa parte gli argomenti più gettonati sono lavoro, pensioni, spread, precari, case, inflazione, carceri, ecc.. Non più una parola su processo lungo, medio, corto… sulle intercettazioni… sui magistrati… sulla giustizia solo per alcuni ma non per altri… Ma cavolo, non era il problema più impellente del nostro paese? Sino ad un mese fa non si parlava d’altro e ora mi vogliono far credere che è il lavoro la cosa più importante?!? …..lo dicevo che stava arrivando un ventata di aria respirabile, è ancora aria pesante purtroppo ma almeno si respira… prima il tanfo toglieva il fiato e ogni tanto qualche folata riesce ancora a ricordarcelo.

Certo il mondo è strano…

La notizia del giorno è che un parlamentare prende 16000 euro lordi al mese, a occhio e croce 140000 euro all’anno già tassati. Da molto tempo ormai c’è un gran parlare di tutti i benefici della casta, che sono innumerevoli, spesso anche poco etici, è vero e gran parte della politica è corrotta e collusa (non tutti ricordiamocelo sempre!)… però se domani sulla Gazzetta dello Sport appare che un calciatore cambia casacca (a proposito di etica) per prendere un contratto di 10 milioni di euro all’anno (18/19 milioni lordi, i loro sono sempre puliti perchè si vergognano a dirli con le tasse) la maggior parte della gente se ne frega, il tifoso di quella squadra è raggiante mentre quelli delle altre squadre nicchiano perchè giocerà contro la loro e vorrebbe che il Presidente della sua lo avesse preso offrendone 11 di milioni. In Spagna hanno fatto una legge che addirittura detassa questi stipendi, molte delle nostre società falliscono senza pagare la ritenuta d’acconto su quegli stipendi e nessuna voce si alza indignata. Ma in che razza di paese viviamo?

BUON ANNO!

“….l’essenziale è invisibile agli occhi.” Da “Il Piccolo Principe” di Antoine De Saint Exupery

C’è bisogno di benessere ma di quello vero. Quello che vede il lavoro come uno strumento per realizzarsi e per mantenere la propria famiglia non quello per ottenere facili guadagni o per sfruttare la povera gente. C’è bisogno di legalità. Quella che parte dalle piccole cose, dai comportamenti virtuosi di ognuno di noi e che annienta il malaffare diventato ormai intollerabile da parte di chi ci rappresenta. C’è bisogno di solidarietà e di amore. Quello che si ricordi di tutte quelle persone che affrontano le notti come incubi e i nuovi giorni con sofferenze e non quello che si ricordi solo di chi ha la fortuna di star bene. C’è assoluto bisogno di un mondo migliore e spero tanto che il 2012 ci metta sulla strada giusta per trovarlo.

Buon anno a tutti… Ruggero

Voglio ringraziare il Sindaco e la Giunta

Dopo due anni e mezzo di legislatura sono oggi in grado di fare un bilancio ed alcune affermazioni su questa mia importante esperienza. La prima è che se ogni cittadino potesse avere la fortuna di provare ad amministrare la macchina pubblica tante cose magicamente diventerebbero comprensibili e probabilmente tutti darebbero più volentieri il loro contributo per mantenere la nostra città nel miglior modo possibile al di là dell’appartenenza politica (parlo ovviamente di coloro che si scagliano contro le istituzioni a prescindere). La seconda è che non è assolutamente percepito il grande lavoro che il Sindaco Tagliani e la sua Giunta, con il prezioso aiuto del Consiglio Comunale, fanno quotidianamente con uno spirito civico davvero di grandissimo spessore. Continua a leggere Voglio ringraziare il Sindaco e la Giunta

Predicare bene ma razzolare male non dà credibilità

Egregio consigliere Tavolazzi, vediamo di ricapitolare i fatti relativi ai suoi rimborsi spese. Lei, per quello che mi è dato sapere al momento, è l’unico fra i consiglieri che risulta aver cambiato le regole che tutti conosciamo e rispettiamo in proposito. Il Sindaco ha girato alla Procura una segnalazione sulle sue richieste , visto che in almeno tre casi lei risulta aver percepito rimborsi sicuramente non dovuti; in un altro caso è stato l’unico a percepire un rimborso (probabilmente non dovuto) per una visita mattutina a Cona (mentre anche per il consiglio svoltosi in municipio al pomeriggio ha percepito il dovuto rimborso come tutti); in un altro caso lei ha richiesto il rimborso per una seduta alla quale non ha nemmeno partecipato, non percependone il corrispettivo solo perché gli uffici se ne sono accorti in tempo; lei ha dichiarato per circa un anno di essere “residente” a Francolino ma contemporaneamente dichiarava all’anagrafe (all’ufficio permessi per la ZTL e non si sa ancora a chi altri) di risiedere invece in centro storico a Ferrara. Dalle sue affermazioni a lei tutto questo deve sembrare normale. A me invece, come penso a molti altri, assolutamente no. Continua a leggere Predicare bene ma razzolare male non dà credibilità

In risposta a quanto apparso sul bilancio in cronaca comune

In commissione bilancio della Camera il Presidente del Consiglio Monti, rispondendo al Commissario Leghista che gli rimproverava il fatto che non ci volevano professori per fare questa manovra, guardandolo dritto negli occhi gli ricordava che era lì a fare quel lavoro per due motivi. Il primo perché era stato chiamato da loro ed il secondo perché loro stessi non erano riusciti a farlo solo per opportunismo politico. Il Governo Berlusconi ha portato il nostro paese sino al punto in cui il successivo “passettino” sarebbe stato (a mio parere il pericolo non è ancora sventato completamente) il mancato pagamento di stipendi e pensioni, al punto in cui i risparmi degli italiani, i nostri risparmi, sarebbero diventati carta straccia, al punto in cui la sanità non avrebbe più potuto erogare non solo i più elementari servizi ma nemmeno i medicinali (Grecia docet), al punto in cui nemmeno la solidarietà, per fortuna ancora presente in molte città come la nostra, non avrebbe potuto far nulla per quel terzo di italiani che non sanno più dove sbattere la testa. Continua a leggere In risposta a quanto apparso sul bilancio in cronaca comune