L’Indovino di Ferrara

Provo di fare il mago:

da qui a maggio gli episodi di violenza nel quartiere Giardino Arianuova Doro e l’abbandono di rifiuti nelle nostre strade aumenteranno. I cavalli di battaglia dei legastelle, ovvero gli unici loro argomenti di questa campagna elettorale, sembra siano anche gli unici di interesse per una grande fetta di cittadini ferraresi. E poco importa a questi cittadini se il primo tema sia competenza delle forze dell’ordine mentre il secondo abbia portato risparmi nelle bollette e le scelte effettuate ci abbiano fatto diventare il primo comune in Italia per la percentuale di differenziata (leggasi lungimiranza ambientale). Poco importa se Ferrara in questi anni è diventata un modello di buona amministrazione in tantissimi settori tanto da essere presa come esempio a livello nazionale. Poco importa se in questi 10 anni Ferrara abbia cambiato volto in meglio diventando ancora più bella e vivibile e abbia superato tutta una serie di criticità che sembravano impossibili da risolvere. Poco importa ecc. ecc. ecc. (sarebbe lunghissima la lista delle cose importanti ben fatte e programmate per il futuro dei nostri figli). Poco importa… una visione superficiale e poco attenta concentra l’attenzione sui letamai che abbandonano i rifiuti per potersene lamentare e sui razzisti che addossano ad un ente locale i problemi di legalità che invece fanno a capo alle forze dell’ordine e al governo nazionale. Nemmeno l’indecente e pericolosa prova di governo di questi opportunisti senza arte nè parte, che sta mettendo in ginocchio il paese, sembra svegliare le coscienze ed i portafogli. Tanta gente vorrebbe lasciare questa cittadina di cultura e di infinita bellezza a persone inqualificabili (chi le conosce sa a cosa alludo) che quotidianamente danno prove negative delle loro incapacità sia umane che professionali. Il tutto senza fare il minimo tentativo di approfondire temi complessi per i quali non vengono offerte soluzioni ma solo menzogne e slogan per alimentare ulteriore intolleranza ed odio. Io non ci sto e farò di tutto per lasciare la mia città in buone mani, nelle mani di persone oneste, capaci e di buon senso come lo siamo stati noi in questi anni e come sarebbe giusto che sia in politica.

FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link

LA VERITA’ SULLA RACCOLTA RIFIUTI A FERRARA

Premesso che differenziare non è più solo una scelta di civiltà ma è diventato un obbligo legato ad innumerevoli contingenti motivi, il duro contrasto emerso contro la raccolta differenziata con l’utilizzo delle calotte è basato su due plateali capisaldi che ovviamente, chi contesta, non può dire. Continua a leggere LA VERITA’ SULLA RACCOLTA RIFIUTI A FERRARA

FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link

La Spal, lo Stadio, la Città, la Politica

Ieri è andato in scena il secondo atto di ciò che si è portato dietro, dal punto di vista politico, il miracolo sportivo chiamato Spal. A distanza di un anno, con la prospettiva di una permanenza in A che speriamo si concretizzi in questo palpitante finale di campionato Continua a leggere La Spal, lo Stadio, la Città, la Politica

FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link

I miei auguri dal capodanno “alternativo” sul Sisma

Trema ancora la terra, riesplode il sopito dolore

Ad Aleppo l’umanità ha lasciato che a vincere siano la tragedia, il terrore

Ed intanto nella speranza del mare sempre si muore

Ci sarebbe tanto bisogno di tutti per far trionfare la solidarietà, la pietà, l’amore

Per questo il mio buon anno non può che arrivare a te dal profondo del mio cuore

FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link

E’ un mondo difficile..

E’ un mondo difficile. Una auto citazione, una frase che mi viene fuori spesso interloquendo con altre persone e che racchiude, secondo me, tutte le contraddizioni e le anomalie del nostro tempo. Stiamo costruendo sempre più una società che produce norme per contrastare i furbi che però, allo stesso tempo, “impediscono di vivere” alle persone oneste.
FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link

Farsi una propria opinione è sempre la cosa migliore

Per chi non è pigro e ha voglia di leggere, unico modo per farsi una propria opinione, trovo particolarmente adatto questo file pdf (testo-commissione) in cui si possono confrontare le modifiche agli articoli della Costituzione che, col referendum di settembre, potremmo avvallare o cancellare. Continua a leggere Farsi una propria opinione è sempre la cosa migliore

FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link

Onorare il coraggio dei nostri nonni e dei nostri genitori è un dovere morale

La Festa della Liberazione, una festa che per tanta gente rappresenta ancora in modo inalterato tutti quei valori che hanno dato origine alla nostra bellissima Costituzione; praticamente tutti i padri costituenti erano identificabili proprio in quel 25 Aprile 1945. Il mio Venticinque Aprile è collegato principalmente a ciò che mi è stato raccontato dai miei genitori e dai i miei nonni. Sono diversi i racconti di quei giorni narrati ed ascoltati più volte. Ad ogni nuova descrizione spunta però qualche nuovo apparentemente piccolo particolare, magari uscito per una ennesima mia curiosa domanda, particolari che, ancora oggi, mantengono vivi l’attenzione ed il pathos di quelle eroiche storie di donne e di uomini. Da quelle parole e dalle loro storie col tempo mi appare sempre più chiaro di come le loro generazioni siano riuscite a conquistare questo benessere che per molti non è prettamente economico ma, seppure messo a dura prova, principalmente culturale, etico e morale. Storie non a caso nate in questa bella città ed in questa fantastica regione che quella storia l’hanno vissuta da grandi protagoniste. Racconti che dovrebbero essere patrimonio anche delle nuove e future generazioni ma che purtroppo sono destinati a cadere nell’oblio.

FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link

Infanzia Salvata – I Treni della Felicità

Una storia di amore e di solidarietà in cui mi sono imbattuto involontariamente. Una bellissima storia avvenuta in un mondo migliore di quello in cui qualcuno ci vuole portare. Provo a raccontarla perché la trovo straordinariamente bella, attuale, toccante e piena di spunti per riflettere.
Verso la fine del 2009 la congiuntura economica e politica del nostro paese, assieme alle campane a morto che suonavano nella vicina Grecia, mi portarono a credere che i pochi risparmi messi da parte in tanti anni di lavoro fossero in serio pericolo. Continua a leggere Infanzia Salvata – I Treni della Felicità

FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link