E’ fatta!

SI Computer Ravenna vs K.A. Group Carife 4 Torri Ferrara 0 a 3 16/25 16/25 23/25

Molezzi, Storti, Vaccari 13, Zambelli 2, Baraldi 9, Bergantino 14, Tosi, Agosti 4, Smanio 8, Gallotta 3, Poli 2, Zappaterra libero

Mentre la Ka Group Carife a Ravenna chiudeva con l’ennesimo 3 a 0, in una marcia irresistibile del girone di ritorno, il Mirandola nello stesso istante abdicava per 33 a 35 nel primo set contro il Fanton. I modenesi in pratica, lo si scoprirà poco dopo, avevano appena buttato sul parquet le ultime residue risorse per tentare di rimanere attaccati alla matematica prima di lasciare via libera alla vittoria del Fanton ma soprattutto alla storica promozione in B1 dei ferraresi. Nessuno ne parlava apertamente, tantomeno per ovvi motivi i dirigenti granata, ma il colpo d’occhio della tribuna ravennate, stracolmo di sostenitori 4 Torri e della dirigenza estense, lasciava trasparire che erano in molti a credere nei possibili festeggiamenti anticipati. La notizia è arrivata dopo la doccia in quanto lo sfalsamento d’orario di Modena è servito ad alimentare la suspance. Poi nel confronto a distanza, come detto, la maratona del primo set a Modena mentre a Ravenna già ci si salutava sotto rete ed infine la conferma deflagrante della matematica conquista della promozione con gli Amici del Volley che davano inizio ai rumorosi e goliardici festeggiamenti. Tornando alla gara va detto che i timori iniziali, dovuti all’assenza di Zanotto, sono svaniti appena messo piede in palestra in quanto anche il forte opposto romagnolo Saviotti non è della partita pareggiando così il gap tra le squadre.  La conseguente chiamata di Tosi, per l’occasione di nuovo con i gradi di capitano, è un buon sostegno psicologico in attesa di valutare le reali condizioni di Vaccari reduce dall’infortunio. L’opposto granata risponde bene così i primi due set scorrono via senza colpo ferire con un doppio 25 a 16 che mette a nudo la differenza di classifica tra le due squadre. Solo nella terza frazione, complice un leggero calo di tensione dei ragazzi di Zambelli, il match riacquista un po’ di incertezza con il punteggio che procede in parità sino al 20. Capitan Ravaioli tiene su i suoi come può in un emozionante punto a punto ma tre bordate consecutive nella stessa azione di Poli concedono un piccolo vantaggio alla Ka Group Carife sul tabellone ma soprattutto demoliscono le ultime velleità dei padroni di casa. Al secondo match point, fissando il punteggio sul 25 a 23 finale, Bergantino mette a terra la palla che solo un’ora dopo acquisterà anche il valore storico della promozione. Per festeggiare la Ka Goup Carife in quel di Ferrara ora bisognerà attendere anche la ormai inutile trasferta di Massa in cui la truppa del Presidente Baroni è chiamata solo ad onorare lo sport con i gradi della B1 marchiati sul petto.

FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.