La strategia della meschinità

Se vi fate un giro in internet parrebbe un fenomeno anacronistico, usato solo in particolari momenti storici e con fatti eclatanti; niente di più sbagliato, è una realtà sempre attuale, la strategia della tensione non ha soluzione di continuità e si presenta come una cambiale tutte le volte che il “popolino” è chiamato a decidere. Si delinea e si manifesta su più livelli, livelli che a volte possono passare anche quasi inosservati ma che lasciano un segno tanto quanto quelli clamorosi.

E, badate bene, tutto ciò ha un nome ed un cognome. Ogni lettore attento, ogni cittadino che conosce la storia e si informa non in maniera superficiale, sa perfettamente chi è che utilizza da sempre questa meschina pratica.

Smascherarli è la cosa più facile del mondo, basta fare due più due, basta guardare a chi torna utile un fatto, o una serie di situazioni che si ripetono metodicamente, o come viene gonfiata una notizia.

L’apparenza inganna non è un luogo comune ma una triste realtà di questo bellissimo ma vituperato paese in cui non ci si fa alcuna remora nel denigrare una persona perbene, a volte anche distruggendogli la vita, solo per ottenere consenso, potere, vantaggi, denaro.

Per uscire da questa spirale che soffoca la parte migliore del paese esistono solo due medicine che devono essere iniettate in eguale misura e con dosi da cavallo. Deve essere combattuta la profonda ignoranza in cui ancora si trova una grande parte del paese offrendo a tutti i bambini una istruzione di qualità e deve essere riportata al centro del benessere sociale la cultura del lavoro intesa come passaggio ineludibile e senza scorciatoie, perciò con sacrifici ed impegno, per conquistare dignità, benessere e meritocrazia in un ambito di legalità e rispetto di tutti.

Noi non lo vedremo ma ci si arriverà. Ci vorrà ancora tanto tempo ma le future generazioni ci arriveranno, impossibile sovvertire all’infinito con delle meschinità quello che è un virtuoso processo naturale legato in modo indissolubile al progredire della scienza e della tecnologia.

FacebookTwitterGoogle+Google GmailCopy Link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.